Quali sono i requisiti per depositare una richiesta di reintegrazione in Italia?

Una richiesta di reintegrazione (ovvero di restitutio in integrum) deve essere depositata presso l'UIBM entro due mesi dalla rimozione della causa di non conformità, ovvero entro due mesi dalla data in cui il titolare si è reso conto della perdita del diritto; la richiesta deve essere tuttavia presentata, al più tardi, entro un anno dalla scadenza del termine non osservato.

Al fine di avere il proprio diritto reintegrato, il titolare dovrà dimostrare di avere osservato tutta la diligenza richiesta dalle circostanze; in altre parole, di essere stato diligente e scrupoloso.
Di conseguenza, quando si presenta una richiesta di reintegrazione, è necessario fornire una spiegazione dettagliata dei fatti che hanno portato alla perdita del diritto. Se, per esempio, non è stata pagata in tempo una tassa di rinnovo, si dovrebbe fornire una spiegazione di come le tasse di rinnovo sono normalmente gestite dal titolare; su che tipo di controllo è normalmente eseguito dal titolare per assicurarsi che le tasse di rinnovo siano tempestivamente pagate; informazioni sulla persona responsabile del pagamento delle tasse di rinnovo; informazioni sul software (se esistente) utilizzato per la gestione delle tasse di rinnovo; se le tasse di rinnovo sono pagate da una società specializzata e, in caso affermativo, quale; nonché le informazioni su i motivi che hanno impedito al titolare il pagamento della tassa dovuta.