Quali documenti sono necessari per trascrivere una cessione o una licenza in Italia?

L'atto originale da trascrivere debitamente firmato dalle parti; oppure
Una copia autenticata dell'atto da trascrivere o una copia dello stesso; in quest'ultimo caso, l'UIBM può richiedere che la copia dell'atto sia dichiarata conforme all'originale da un notaio oppure da qualsiasi altra autorità straniera competente.

L'atto deve contenere un'indicazione chiara e inequivocabile dei diritti ceduti o concessi in licenza.

Inoltre, deve anche indicare l'importo che è stato pagato per tale cessione o licenza. Se il valore indicato è superiore a circa 6.500 €, per trascrivere l'atto dovrà essere pagata una tassa pari al 3 % del valore; altrimenti dovrà essere pagata una tassa fissa pari a circa 200 €.

Nel caso di un documento straniero, l'atto deve essere firmato dalle parti, autenticato e legalizzato. Inoltre, esso deve essere tradotto in italiano e la traduzione deve essere giurata.
Al posto dell'atto è anche possibile depositare una dichiarazione di avvenuta cessione, firmata sia dal cedente che dal cessionario; in questo caso, l'UIBM può richiedere una copia dell'atto cui si fa riferimento e che, in ogni caso, dovrà soddisfare i requisiti sopra indicati.